La moschea di Fethiye (Fethiye Djami)

Il monumento più importante di Lepanto del periodo ottomano si trova presso il frangiflutto orientale del porto veneziano. La moschea fu edificata dopo l'occupazione della città da parte del sultano Bayezid II nel 1499 ed il nome significa “Moschea dell'occupazione”. Nelle fonti ottomane il monumento è conosciuto anche come Djami di Bayezid (Βậyezid-I Velî Cậmii), dal nome del Sultano.

  Fethiye Djami

Il Fethiye Djami è constituito da un unico grande ambiente a pianta quadrata (9.12 x 9.13 mt) che, attraverso l'arcata a tre luci, comunica a Nord con un edificio a pianta trapezoidale annesso. Questo e stato costruito successivamente a sostituzione di un precedente portico. Sulla parete meridionale del grande ambiente vi è una piccola nicchia del mihrab, mentre presso la facciata esterna a Nord-Ovest si conserva la base quadrata del minareto. Su lato Ovest dell'edificio vi è una fontana (qubba) a pianta quadrata contemporanea alla costruzione della moschea.Il grande ambiente presenta una copertura a volta con cupola in mattoni intonacata che poggia esternamente sul di un timpano esagonale. All'interno il timpano è di forma circolare e attraverso quattro triangoli sferici alternati a quattro arcate cieche, si poggia sulla muratura perimetrale.

  Vista esterna della moschea 

L'edificio annesso al lato Nord, presenta una copertura in tegole a doppio spiovente. L'entrata alla moschea si trova al centro del lato Nord e, attraverso una scala di pietra, comunica con la via Formionos. Il portico della fase precedente era a pianta ortogonale, con copertura a singolo spiovente che rendeva visibile il timpano della cupola. La modifica fu realizzata probabilmente durante la seconda occupazione veneziana, quando la moschea fu utilizzata come magazzino per il sale, come avallato dalla testimonianza del viaggiatore Ludwig Salvator del 1874.

La moschea è costruita con blocchi di pietra nella parte inferiore e mattoni a partire dall'altezza degli archi a completare l'alzato. La corona del timpano, la base della cupola e la corona della base quadrata recano una decorazione con mattoni disposti a merlo. Il pavimento era rivestito con piastrelle ceramiche parzialmente conservate nell'angolo Sud-Est dell'ambiente.La Moschea di Fethiye è stata restaurata e adibita a spazio espositivo.


Regione di Grecia Occidentale
ESPA logo
Progetto co-finanziato dall'Unione Europea - Fondo Europeo di Sviluppo Regionale
ESPA logo